S. Maria Ausiliatrice

Preghiamo in Processione

http://www.santagostino.mi.it/wp-content/uploads/2017/05/festa-di-maria-ausiliatrice-ok.jpgS. Maria Ausiliatrice
image_pdfimage_print

Beata Vergine Maria Ausiliatrice
24 maggio

Maria è la “Madre della Chiesa”;
Ausiliatrice del popolo cristiano nella sua continua lotta per la diffusione del Regno di Dio.
“Auxilium Christianorum”, ‘Aiuto dei Cristiani’, è il bel titolo che è stato dato alla Vergine Maria
in ogni tempo e così viene invocata anche nelle litanie a lei dedicate
dette anche Lauretane perché recitate inizialmente a Loreto.

Noi La celebreremo come ogni anno anche con la

Processione per le strade della città:
partenza ore 20.30
dal
cortile delle Figlie di Maria Ausiliatrice in via Timavo n. 14
e
conclusione in Basilica.   

Presiede don Bruno Baldiraghi.  

 

 

 

 

Sulle virtù, la vita, la predestinazione, la maternità, la mediazione, l’intercessione, la verginità, l’immacolato concepimento, i dolori sofferti, l’assunzione di Maria, sono stati scritti migliaia di volumi, tenuti vari Concili, proclamati dogmi di fede, al punto che è sorta un’autentica scienza teologica: la Mariologia.
E sempre è stata ribadita la presenza mediatrice e soccorritrice della Madonna per chi la invoca, a lei fummo affidati come figli da Gesù sulla Croce e a noi umanità è stata indicata come madre, nella persona di Giovanni apostolo, anch’egli ai piedi della Croce.
Ma la grande occasione dell’utilizzo ufficiale del titolo “Auxilium Christianorum” si ebbe con l’invocazione del grande papa mariano e domenicano san Pio V (1566-1572), che le affidò le armate ed i destini dell’Occidente e della Cristianità, minacciati da secoli dai turchi arrivati fino a Vienna, e che nella grande battaglia navale di Lepanto (1571) affrontarono e vinsero la flotta musulmana.
Il papa istituì per questa gloriosa e definitiva vittoria, la festa del S. Rosario, ma la riconoscente invocazione alla celeste Protettrice come “Auxilium Christianorum”, non sembra doversi attribuire direttamente al papa, come venne poi detto, ma ai reduci vittoriosi che ritornando dalla battaglia, passarono per Loreto a ringraziare la Madonna; lo stendardo della flotta invece, fu inviato nella chiesa dedicata a Maria a Gaeta dove è ancora conservato.
Il grido di gioia del popolo cristiano si perpetuò in questa invocazione; il Senato veneziano fece scrivere sotto il grande quadro commemorativo della battaglia di Lepanto, nel Palazzo Ducale: “Né potenza, né armi, né condottieri ci hanno condotto alla vittoria, ma Maria del Rosario” e così a fianco agli antichi titoli di ‘Consolatrix afflictorum’ (Consolatrice degli afflitti) e ‘Refugium peccatorum’ (Rifugio dei peccatori), si aggiunse per il popolo e per la Chiesa ‘Auxilium Christianorum (Aiuto dei cristiani).
Il culto pur continuando nei secoli successivi, ebbe degli alti e bassi, finché nell’Ottocento due grandi figure della santità cattolica, per strade diverse, ravvivarono la devozione per la Madonna del Rosario con il beato Bartolo Longo a Pompei e per la Madonna Ausiliatrice con s. Giovanni Bosco a Torino.
Il grande educatore ed innovatore torinese, pose la sua opera di sacerdote e fondatore sin dall’inizio, sotto la protezione e l’aiuto di Maria Ausiliatrice, a cui si rivolgeva per ogni necessità, specie quando le cose andavano per le lunghe e s’ingarbugliavano; a Lei diceva: “E allora incominciamo a fare qualcosa?”. S. Giovanni Bosco, nato il 16 agosto 1815 presso Castelnuovo d’Asti e ordinato sacerdote nel 1841, fu il più grande devoto e propagatore del culto a Maria Ausiliatrice, la cui festa era stata istituita sotto questo titolo e posta al 24 maggio, qualche decennio prima, dal papa Pio VII il 24 maggio 1815, in ringraziamento a Maria per la sua liberazione dalla ormai quinquennale prigionia napoleonica.
Il grande sacerdote, apostolo della gioventù, fece erigere in soli tre anni nel 1868, la basilica di Maria Ausiliatrice nella cittadella salesiana di Valdocco – Torino; sotto la Sua materna protezione pose gli Istituti religiosi da lui fondati e ormai sparsi in tutto il mondo: la Congregazione di S. Francesco di Sales, sacerdoti chiamati normalmente ‘Salesiani di don Bosco’; le ‘Figlie di Maria Ausiliatrice’ suore fondate con la collaborazione di s. Maria Domenica Mazzarello e per ultimi i ‘Cooperatori Salesiani’ per laici e sacerdoti che intendono vivere lo spirito di ‘Don Bosco’, come è generalmente chiamato.
Le Congregazioni sono così numerose, che si vede con gratitudine la benevola protezione di Maria Ausiliatrice nella diffusione di tante opere assistenziali ed a favore della gioventù.
Ormai la Madonna Ausiliatrice è divenuta la ‘Madonna di Don Bosco’ essa è inscindibile dalla grande Famiglia Salesiana, che ha dato alla Chiesa una schiera di santi, beati, venerabili e servi di Dio; tutti figli che si sono affidati all’aiuto della più dolce e potente delle madri.
Interi Continenti e Nazioni hanno Maria Ausiliatrice come celeste Patrona: l’Australia cattolica dal 1844, la Cina dal 1924, l’Argentina dal 1949, la Polonia fin dai primi decenni del 1800, diffusissima e antica è la devozione nei Paesi dell’Est Europeo.
Nella bella basilica torinese a Lei intitolata, dove il suo devoto figlio s. Giovanni Bosco e altre figure sante salesiane sono tumulate, vi è il bellissimo e maestoso quadro, fatto eseguire dallo stesso fondatore, che rappresenta la Madonna Ausiliatrice che con lo scettro del comando e con il Bambino in braccio, è circondata dagli Apostoli ed Evangelisti ed è sospesa su una nuvola, sullo sfondo a terra, il Santuario e l’Oratorio come appariva nel 1868, anno dell’esecuzione dell’opera del pittore Tommaso Lorenzone.
Il significato dell’intero quadro è chiarissimo; come Maria era presente insieme agli apostoli a Gerusalemme durante la Pentecoste, quindi all’inizio dell’attività della Chiesa, così ancora Lei sta a protezione e guida della Chiesa nei secoli, gli apostoli rappresentano il papa ed i vescovi.

Per chi volesse leggere di più, riportiamo (pdf scaricabile) un approfondimento di Don Pierluigi Cameroni SDB su:

Maria Ausiliatrice nella vita e nella storia di Don Bosco.

Maria Ausiliatrice nella vita e nella storia di Don Bosco

Preghiere a
MARIA AUSILIATRICE
la Madonna dei tempi difficili

 

NOVENA A MARIA AUSILIATRICE

suggerita da San Giovanni Bosco

Recitare per nove giorni consecutivi:

3 Pater, Ave, Gloria al Santissimo Sacramento con la giaculatoria: Sia lodato e ringraziato in ogni momento il Santissimo e Divinissimo Sacramento. 3 Salve o Regina…con la giaculatoria: Maria, aiuto dei cristiani, prega per noi.

Don Bosco quando era richiesto di qualche grazia soleva rispondere:

“Se volete ottenere grazie dalla S. Vergine fate una novena” (MB IX, 289).

Tale novena, secondo il santo, doveva essere fatta possibilmente “in chiesa, con viva fede”

ed era sempre un atto di fervente omaggio alla SS. Eucaristia.

 

Le disposizioni d’animo perché la novena sia efficace sono per don Bosco le seguenti:

1° Di non avere niuna speranza nella virtù degli uomini: fede in Dio.

2° La domanda si appoggi totalmente a Gesù Sacramentato, fonte di grazia, di bontà e di benedizione.

Si appoggi sopra la potenza di Maria che in questo tempio Dio vuole glorificare sopra la terra.

3° Ma in ogni caso si metta la condizione del “fiat voluntas tua” e se è bene per l’anima di colui per cui prega.

CONDIZIONI RICHIESTE

1. Accostarsi ai Sacramenti della Riconciliazione e all’Eucaristia.
2. Dare un’offerta o il proprio lavoro personale per sostenere le opere di apostolato, preferibilmente a favore della gioventù.
3. Ravvivare la fede in Gesù Eucaristia e la devozione a Maria Ausiliatrice.

Scarica e recita e una NOVENA A MARIA AUSILIATRICE
http://www.preghiereperlafamiglia.it/novena-a-maria-ausiliatrice.htm

 

PREGHIERA A MARIA

composta da San Giovanni Bosco

(Indulgenza di 3 anni recitata ogni volta. Indulgenza plenaria alle solite condizioni,
purché recitata ogni giorno per un mese intero.)

O Maria, Vergine potente, Tu grande illustre presidio della Chiesa; Tu aiuto meraviglioso dei Cristiani; Tu terribile come esercito schierato a battaglia; Tu sola hai distrutto ogni eresia in tutto il mondo; Tu nelle angustie, nelle lotte, nelle strettezze difendici dal nemico e nell’ora della morte accogli l’anima nostra in Paradiso! Amen

PREGHIERA A MARIA AUSILIATRICE

di San Giovanni Bosco

O Maria Ausiliatrice, Madre benedetta del Salvatore, validissimo è il tuo aiuto in favore dei cristiani. Per te le eresie furono sconfitte e la Chiesa uscì vittoriosa da ogni insidia. Per te le famiglie e i singoli furono liberati ed anche preservati dalle più gravi disgrazie. Fa’, o Maria, che sia sempre viva la mia fiducia in te, affinché in ogni difficoltà possa anch’io sperimentare che tu sei veramente il soccorso dei poveri, la difesa dei perseguitati, la salute degli infermi, la consolazione degli afflitti, il rifugio dei peccatori e la perseveranza dei giusti.

 

 

PREGHIERA A MARIA AUSILIATRICE

O Maria Ausiliatrice, noi ci affidiamo nuovamente, totalmente, sinceramente a te!

Tu che sei Vergine Potente, resta vicino a ciascuno di noi.

Ripeti a Gesù, per noi, il “Non hanno più vino” che dicesti per gli sposi di Cana,

perché Gesù possa rinnovare il miracolo della salvezza,

Ripeti a Gesù: “Non hanno più vino!”, “Non hanno salute, non hanno serenità, non hanno speranza!”. Tra noi ci sono molti ammalati, alcuni anche gravi, confortali, o Maria Ausiliatrice! Tra noi ci sono molti anziani soli e tristi, consolali, o Maria Ausiliatrice! Tra noi ci sono molti adulti sfiduciati e stanchi, sostienili, o Maria Ausiliatrice! Tu che ti sei fatta carico di ogni persona, aiuta ciascun di noi a farsi carico della vita del prossimo! Aiuta i nostri giovani, soprattutto quelli che riempiono le piazze e le vie, ma non riescono a riempire il cuore di senso. Aiuta le nostre famiglie, soprattutto quelle che faticano a vivere la fedeltà, l’unione, la concordia! Aiuta le persone consacrate perché siano un segno trasparente dell’amore di Dio. Aiuta i sacerdoti, perché possano comunicare a tutti la bellezza della misericordia di Dio. Aiuta gli educatori, gli insegnanti e gli animatori, perché siano aiuto autentico alla crescita. Aiuta i governanti perché sappiano cercare sempre e solo il bene della persona. O Maria Ausiliatrice, vieni nelle nostre case, tu che hai fatto della casa di Giovanni la tua casa, secondo la parola di Gesù in croce. Proteggi la vita in tutte le sue forme, età e situazioni. Sostieni ciascuno di noi perché diventiamo apostoli entusiasti e credibili del Vangelo. E custodisci nella pace, nella serenità e nell’amore, ogni persona che alza verso di te il suo sguardo e a te si affida. Amen

 

AFFIDAMENTO A MARIA AUSILIATRICE

Santissima Vergine Maria,

da Dio costituita Ausiliatrice dei cristiani,

noi ti eleggiamo Signora e Padrona di questa casa.

Degnati, Ti supplichiamo, di mostrare in essa il Tuo potente aiuto.

Preservala

dai terremoti, dai ladri, dai cattivi, dalle incursioni, dalla guerra,

e da tutte le altre calamità che Tu sai.

Benedici, proteggi, difendi, custodisci come cosa tua

le persone che vivono e vivranno in essa:

preservale da tutte le disgrazie e gli infortuni,

ma soprattutto concedi loro l’importantissima grazia di evitare il peccato.

Maria, Aiuto dei Cristiani, prega per quanti abitano in questa casa

che a Te si è consacrata per sempre. Così sia!

TRIDUO

proposto da San Giovanni Bosco

1

O Maria Ausiliatrice, Figlia prediletta del Padre,

Tu fosti da Dio costituita quale potente aiuto dei cristiani,

in ogni pubblica e privata necessità.

A te ricorrono continuamente gli infermi nelle loro malattie,

i poveri nelle loro strettezze, i tribolati nelle loro afflizioni,

i viaggiatori nei pericoli, i moribondi nella sofferenza dell’agonia,

e tutti ricevono da te soccorso e conforto.

Ascolta dunque benigna anche le mie preghiere,

o Madre pietosissima.

Assistimi sempre amorosa in tutte le mie necessità,

liberami da tutti i mali e guidami alla salvezza.

Ave Maria,..

Maria, Aiuto dei cristiani, prega per noi.

2

O Maria Ausiliatrice, Madre benedetta del Salvatore,

validissimo è il tuo aiuto in favore dei cristiani.

Per te le eresie furono sconfitte e la Chiesa uscì vittoriosa da ogni insidia.

Per te le famiglie e i singoli furono liberati ed anche preservati

dalle più gravi disgrazie.

Fa’, o Maria, che sia sempre viva la mia fiducia in te,

affinché in ogni difficoltà possa anch’io sperimentare che tu sei veramente

il soccorso dei poveri, la difesa dei perseguitati, la salute degli infermi,

la consolazione degli afflitti, il rifugio dei peccatori e la perseveranza dei giusti.

Ave Maria,..

Maria, Aiuto dei cristiani, prega per noi.

3

O Maria Ausiliatrice, Sposa amabilissima dello Spirito Santo,

Madre amorosa dei cristiani,

io imploro il tuo aiuto per essere liberato dal peccato

e dalle insidie dei miei nemici spirituali e temporali.

Fa’ che in ogni momento io possa provare gli effetti del tuo amore.

O cara Madre, quanto desidero venire a contemplarti in Paradiso.

Ottienimi dal tuo Gesù il pentimento dei miei peccati

e la grazia di fare una buona confessione;

affinché io possa vivere in grazia tutti i giorni della mia vita fino alla morte,

per giungere in Cielo e godere con te l’eterna gioia del mio Dio.

Ave Maria,..

Maria, Aiuto dei cristiani, prega per noi.

BENEDIZIONE

con l’invocazione di Maria Ausiliatrice

Il nostro aiuto è nel nome del Signore.

Egli ha fatto cielo e terra.

Ave Maria,..

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, santa Madre di Dio:

non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova;

e liberaci da ogni pericolo, o sempre Vergine gloriosa e benedetta.

Maria aiuto dei cristiani.

Prega per noi.

Signore ascolta la mia preghiera.

E il mio grido giunga a te.

Il Signore sia con voi.

E con il tuo spirito.

Preghiamo.

O Dio, onnipotente ed eterno, che per opera dello Spirito Santo

hai preparato il corpo e l’anima della gloriosa Vergine e Madre Maria,

perchè divenisse una degna abitazione per il tuo Figlio:

concedi a noi, che ci rallegriamo per il suo ricordo, di essere liberati,

per sua intercessione, dai mali presenti e dalla morte eterna.

Per Cristo nostro Signore.

Amen.

La benedizione di Dio onnipotente, Padre e Figlio e Spirito Santo

discenda su di voi (te) e con voi (te) rimanga sempre.

Amen.

(La benedizione con l’invocazione di Maria Ausiliatrice fu composta da S.Giovanni Bosco

ed approvata dalla Sacra Congregazione dei Riti il 18 maggio 1878.

E’ il sacerdote che può benedire.

Ma anche i Religiosi, le Religiose e i laici, consacrati dal Battesimo,

possono usare la formula di benedizione e invocare la protezione di Dio,

per intercessione di Maria Ausiliatrice,

sui propri cari, sulle persone ammalate, ecc.

In particolare la possono usare i genitori per benedire i loro figli

ed esercitare la loro funzione sacerdotale nella famiglia

che il Concilio Vaticano II ha chiamato “Chiesa domestica”.)

ALTRA PREGHIERA A MARIA AUSILIATRICE

Santissima ed Immacolata Vergine Maria,

Madre nostra tenerissima e potente AIUTO DEI CRISTIANI,

noi ci consacriamo interamente a te, perchè tu ci conduca al Signore.

Ti consacriamo la mente con i suoi pensieri il cuore con i suoi affetti,

il corpo con i suoi sentimenti e con tutte le sue forze,

e promettiamo di voler sempre operare alla maggior gloria di Dio

e alla salvezza delle anime.

Tu intanto, o Vergine incomparabile,

che sei sempre stata la Madre della Chiesa e l’Ausiliatrice del popolo cristiano,

continua a mostrarti tale specialmente in questi giorni.

Illumina e fortifica i vescovi e i sacerdoti

e tienili sempre uniti e obbedienti al Papa, maestro infallibile;

accresci le vocazioni sacerdotali e religiose affinché, anche per mezzo loro,

il regno di Gesù Cristo si conservi tra noi

e si estenda fino agli ultimi confini della terra.

Ti preghiamo ancora, dolcissima Madre,

di tenere sempre rivolti i tuoi sguardi amorevoli sopra i giovani esposti a tanti pericoli,

e sopra i poveri peccatori e moribondi.

Sii per tutti, o Maria, dolce Speranza, Madre di misericordia, Porta del cielo.

Ma anche per noi ti supplichiamo, o gran Madre di Dio.

Insegnaci a ricopiare in noi le tue virtù,

in particolar modo l’angelica modestia, l’umiltà profonda e l’ardente carità.

Fa’, o Maria Ausiliatrice, che noi siamo tutti raccolti sotto il tuo manto di Madre.

Fa’ che nelle tentazioni ti invochiamo subito con fiducia:

fa’ insomma che il pensiero di te sì buona, sì amabile, sì cara,

il ricordo dell’amore che porti ai tuoi devoti,

ci sia di tale conforto da renderci vittoriosi contro i nemici dell’anima nostra,

in vita e in morte, affinché possiamo venire a farti corona nel bel Paradiso.

Amen.

 

Parrocchia Sant'Agostino

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi